Riforestazione delle mangrovie e promozione delle donne

23 Novembre 2020 - Ecologia, Tratter Living

Sappiamo che una produzione neutra dal punto di vista climatico non avviene dall’oggi al domani, ed è per questo che le attuali emissioni di CO2 della nostra azienda saranno compensate in tutto il mondo con l’aiuto dell’alleanza per la neutralità climatica 2025. Ciò sarà fatto da un lato attraverso un’azione attenta al clima nella nostra azienda e dall’altro attraverso vari progetti, come il rimboschimento delle mangrovie e l’avanzamento delle donne in Myanmar.

Il nostro incentivo è quello di proteggere la popolazione dai disastri naturali e di promuovere la biodiversità attraverso foreste di mangrovie sane. Senza misure, le foreste di mangrovie prima o poi scompariranno, con conseguenze negative per la popolazione locale.

Il progetto aiuta le famiglie a basso reddito a ripristinare 2.100 ettari di terreno degradato. Da un lato, ciò promuove la biodiversità, dall’altro, stabilizzando la costa, protegge i villaggi vicini da cicloni e tsunami. La nuova fonte di reddito riduce la povertà tra la popolazione locale e contribuisce al miglioramento dell’istruzione, in quanto le scuole sono dotate di pannelli solari e computer attraverso il progetto.

Un’attenzione particolare è rivolta al rafforzamento dei diritti delle donne, che vengono formate e sostenute in attività come la molluschicoltura, la produzione di abbigliamento e la tintura naturale dei tessuti. Inoltre, vengono assegnate borse di studio a ragazze e giovani donne provenienti da famiglie povere della regione del progetto, affinché possano frequentare la scuola fino all’università.

Cosa è stato realizzato fino ad ora (a marzo 2020):

  • 600 persone a basso reddito beneficiano di una migliore qualità della vita;
  • formazione e posti di lavoro per più di 100 piantatrici, di cui oltre il 70% sono donne;
  • 80 pescatori e consumatori locali traggono vantaggio dagli stock ittici recuperati;
  • 3 milioni di mangrovie sono state piantate (entro il 2018)
  • la collaborazione con due università locali garantisce la qualità del monitoraggio scientifico.